Contagio globale, il pericolo delle nuove armi biologiche.pdf

Contagio globale, il pericolo delle nuove armi biologiche PDF

Richard Preston

Il nuovo libro di Richard Preston è unindagine agghiacciante sulla minaccia delle armi biologiche. Racconta la lunga battaglia per sconfiggere il vaiolo e laspro dibattito sullopportunità di mantenere in vita un campione. Fa il punto sul pericolo costituito non solo dai virus ma anche da batteri come lantrace e da virus e batteri geneticamente modificati, per ottenere effetti ancor più devastanti.

Nel 2018, una piccola cerchia di esperti governativi a Washington ha simulato una pandemia causata da un'arma biologica, secondo il copione concepita da un gruppo che voleva ridurre la popolazione mondiale per ottenere, letteralmente, "il 'reset' o 'cambio di paradigma' che sarebbe stato necessario per cambiare radicalmente l'equilibrio". Contagio globale, il pericolo delle nuove armi biologiche libro Preston Richard edizioni Rizzoli collana Saggi stranieri , 2003

7.15 MB Dimensione del file
9788817872485 ISBN
Contagio globale, il pericolo delle nuove armi biologiche.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.ryechiro.com.au o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

Nel 2018, una piccola cerchia di esperti governativi a Washington ha simulato una pandemia causata da un’arma biologica, secondo il copione concepita da un gruppo che voleva ridurre la popolazione mondiale per ottenere, letteralmente, “il ‘reset’ o ‘cambio di paradigma’ che sarebbe stato necessario per cambiare radicalmente l’equilibrio”. Il regime di prevenzione delle armi biologiche e suoi problemi. Esiste un insieme articolato di vincoli sociali e formali agli armamenti chimici e biologici, composto di un diffuso rifiuto interculturale di base, una famiglia di norme, regole e procedure, sia nazionali che plurinazionali e internazionali, il tutto a costituire un “regime” preventivo, che appare oggi inadeguato ad ...

avatar
Mattio Mazio

Contagion - Un film di Steven Soderbergh. Molteplici punti di vista per un mosaico in cui le ombre finiscono per prevalere sulle luci. Con Matt Damon, Gwyneth Paltrow, Marion Cotillard, Kate Winslet, Jude Law, Bryan Cranston. Thriller, USA, 2011. Durata 105 min. Consigli per la visione +13. Il coronavirus non è una minaccia per l’economia neoliberista, ma anzi crea l’ambiente perfetto per quell’ideologia. Ma dal punto di vista politico il virus è un pericolo, perché una crisi sanitaria potrebbe favorire l’obiettivo etnonazionalista delle frontiere rafforzate e dell’esclusività razziale e quello di interrompere la libera circolazione delle persone (soprattutto se ...

avatar
Noels Schulzzi

L'orologio dell'apocalisse ('Doomsday clock') consiste in unorologio metaforico che misura il pericolo di un'ipotetica fine del mondo. Questa iniziativa è stata creata nel 1947 dagli scienziati dell'Università di Chicago, impegnati anche con il Bulletin of atomic Scientists (di cui l'orologio è logo ufficiale). In questa metafora, la mezzanotte simboleggia la fine del mondo, mentre i minuti ...

avatar
Jason Statham

Contagio globale (titolo originale (EN) The Demon in the Freezer) è un libro scritto da Richard Preston, pubblicato in Italia nel 2003.Il libro tratta temi reali riguardanti la guerra batteriologica, affrontando un resoconto del programma di eradicazione del vaiolo, introducendo, quindi, i rischi che permangono sul rischio del vaiolo come attuale potenziale agente di bioterrorismo, accedendo ... Ufficialmente, si dice che gli Stati Uniti abbiano abbandonato il loro programma sulle armi biologiche nel 1969, ma l’installazione a Fort Detrick, nel Maryland, continuò a condurre ricerche su agenti patogeni e virus mortali allo scopo dichiarato della bio-difesa, oltre a combattere malattie sviluppando vaccini, ed altri problemi di salute pubblica.

avatar
Jessica Kolhmann

componente emotiva legata al tipo di pericolo che per essere tale ... Con l' aumentare della conoscenza degli agenti biologici, alcuni di questi vennero usati come vere e proprie armi da guerra. I giapponesi ... che per le tossine non ...