Le giustificazioni procedurali nella teoria del reato.pdf

Le giustificazioni procedurali nella teoria del reato PDF

Antonino Sessa

Problemi spinosi, per lo più in un contesto bioetico, ma non solo, hanno dato vita a soluzioni giurisprudenziali coraggiose, ma anche insoddisfacenti. Si è imposta, quindi, la ricerca di rimedi normativi che garantissero percorsi di giustificazione accettabili e sistematicamente corretti. Si trattava di elaborare soluzioni coerenti con i postulati e le ragioni di uno stato sociale di diritto e adeguate al rispetto di nuove acquisizioni culturali e civili.

La teoria generale del reato studia il “modello” o “stampo” cui ogni previsione incriminatrice astratta deve conformarsi. Dal punto di vista della considerazione sintetica del reato si studia il suo disvalore: come deve essere, si è visto dannoso per la società, e cosa deve riguardare, i beni giuridici protetti. Le cause di giustificazione escludono la sanzionabilità anche del fatto dei concorrenti, poiché il fatto commesso è ritenuto lecito dall'ordinamento. Prevede infatti l'art 119 comma 2 del codice penale "le circostanze che escludono la pena hanno effetto per tutti coloro che sono concorsi nel reato".

1.66 MB Dimensione del file
9788849536324 ISBN
Gratis PREZZO
Le giustificazioni procedurali nella teoria del reato.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.ryechiro.com.au o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

sviluppi dell’analisi bipartita nella teoria generale del reato Dalla teoria della scuola classica e dalla teoria tripartita si sviluppa la nuova teoria della bipartizione. Questa teoria generale del reato, a differenza della scuola classica, non si fonda più su categorie ontologiche ma sul diritto positivo.

avatar
Mattio Mazio

Teoria della neutralizzazione. Le tecniche di neutralizzazione non sono giustificazioni che esprimono caratteristiche interne del deviante, ma sono giustificazioni prodotte dal contesto sociale e culturale in cui il deviante agisce e nel quale deve giustificare il proprio comportamento.

avatar
Noels Schulzzi

Le cause di esclusione del reato sono tassativamente individuate dalla legge ed escludono l’antigiuridicità di una condotta che, in loro assenza sarebbe penalmente rilevante e sanzionabile.

avatar
Jason Statham

La scriminante procedurale è stata elaborata, inizialmente, all'interno della dottrina tedesca, con accentuate diversità strutturali rispetto alle classiche cause di ...

avatar
Jessica Kolhmann

attribuisce al giudice nel pesare o bilanciare le circostanze incidono sul principio di legalità, ... Per rispondere a tali questioni procedurali, però, la scienza ... circostanze riguarda più i singoli illeciti che non la teoria del reat... tus giuridico/della formale qualifica/ del suicidio come reato e dunque della pos- sibilità di ... A. Sessa, Le giustificazioni procedurali nella teoria del reato.