Henri Lefebvre. Spazio e politica.pdf

Henri Lefebvre. Spazio e politica PDF

Francesco Biagi

Prima monografia pubblicata in Italia su Henri Lefebvre, l’opera si concentra sui suoi studi urbani e la «Teoria critica dello spazio». Il metodo d’indagine scelto da Biagi è un rigoroso ritorno alle opere e al contesto in cui Lefebvre le ha prodotte. Si ripercorre così l’intera parabola storico-critica della sua produzione intellettuale, restituendo l’articolata costellazione teorica in cui il metodo storico si interseca con il rigore filosofico e sociologico. Viene poi rielaborata la vasta produzione sull’urbano del filosofo di Hagetmau, giungendo a mettere a fuoco il suo tentativo di strutturare una «Teoria politica generale dello spazio». Il libro fa inoltre chiarezza sul significato usato e abusato della formula, coniata da Lefebvre, di «diritto alla città», che viene analizzata nel contesto del dibattito filosofico-politico francese e internazionale. Lo sguardo innovatore di Henri Lefebvre di fronte alla fi ne del «secolo breve» ci è dunque reso in tutta la sua ricchezza e complessità.

In "Spazio e politica", costruito come secondo volume di "Il diritto alla città", Lefebvre analizza criticamente un modo di operare corrente e disastroso, che usa far corrispondere punto per punto i bisogni, le funzioni, i luoghi, gli oggetti sociali in uno spazio ritenuto neutro, indifferente e oggettivo.

3.88 MB Dimensione del file
9788816415126 ISBN
Henri Lefebvre. Spazio e politica.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.ryechiro.com.au o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

Descrizione. Henri Lefebvre Spazio e politica. Il diritto alla città II Prefazione di Francesco Biagi Traduzione di Francesco Pardi. In "Spazio e politica", costruito come secondo volume di "Il diritto alla città", Lefebvre analizza criticamente un modo di operare corrente e disastroso, che usa far corrispondere punto per punto i bisogni, le funzioni, i luoghi, gli oggetti sociali in ...

avatar
Mattio Mazio

«Henri Lefebvre. Una teoria critica dello spazio» di Francesco Biagi per Jaka Book La monografia di Francesco Biagi, Henri Lefebvre. Una teoria critica dello spazio (Jaca Book, pp.252, euro 20), ripropone i temi fondamentali del pensiero del filosofo francese, ingiustamente sottovalutato in Italia negli ultimi anni. L’impeto di Lefebvre, che traspare nei saggi in Spazio e politica, di formulare una teoria unitaria dello spazio lo porta spesso a fare affidamento a una sorta di materialismo dialettico “democratizzato”, depurato cioè dal determinismo più smaccato, senza tuttavia mai abbandonarlo. Nell’elaborazione di Lefebvre sono evidenti i segni

avatar
Noels Schulzzi

[Pubblichiamo l’intervento orale di Paolo Fontana, direttore dell’archivio storico diocesano di Genova, pronunciato e discusso giovedì 12 dicembre 2019 presso la libreria San Paolo di Genova durante la presentazione del libro di Francesco Biagi dal titolo Henri Lefebvre.Una teoria critica dello spazio (Jaca Book, Milano, 2019)]. Note per una lettura di Henri Lefebvre.

avatar
Jason Statham

In "Spazio e politica", costruito come secondo volume di "Il diritto alla città", Lefebvre analizza criticamente un modo di operare corrente e disastroso, che usa far corrispondere punto per punto i bisogni, le funzioni, i luoghi, gli oggetti sociali in uno spazio ritenuto neutro, indifferente e oggettivo.

avatar
Jessica Kolhmann

Prima monografia pubblicata in Italia su Henri Lefebvre, l’opera si concentra sui suoi studi urbani e la «Teoria critica dello spazio». Il metodo d’indagine scelto da Biagi è un rigoroso ritorno alle opere e al contesto in cui Lefebvre le ha prodotte.